logo

Negoziazione Privata

Negoziare con Se Stessi

introspezione

Conflitti con gli altri e conflitti con se stessi.

Quando sento che i miei valori o i miei interessi siano stati violati da qualcuno posso avere una reazione conflittuale. Ma le stesse dinamiche conflittuali si manifestano anche nella comunicazione intrapersonale che intrattengo con me stesso.

È come se, a volte, in me ci fossero due o più persone con interessi divergenti e io faticassi a metterle d’accordo per prendere una decisione efficiente.

Questi miei “soggetti interni” provano a dialogare, ma non riesco a far prevalere né l’uno né l’altro perché entrambi sono parte di me! E posso provare una certa insoddisfazione quando prendo una decisione su quelle faccende perché sento che una parte di me ha perso qualcosa, come accadrebbe in una transazione.

Si vive un conflitto interiore perchè si sente di dover scendere a patti con se stessi.

Ma un negoziato integrativo soddisfa tutte le parti.

I mediatori professionisti sanno che un negoziato distributivo reca una quota di scontentezza perché si conclude con la rinuncia di tutti a qualche pretesa. Il negoziato integrativo, invece, introduce risorse e valori apparentemente incoerenti col petitum (la richiesta esplicita), ma coerenti con i bisogni profondi (impliciti) delle persone.

I negoziatori conoscono la teoria del conflitto e usano le sue regole per costruire accordi efficienti, integrando le domande esplicite con bisogni e interessi sostanziali. Le stesse strategie e tecniche di mediazione integrativa, usate per mettere d’accordo chi litiga o per concludere affari soddisfacenti, fanno trovare anche un accordo interiore, negoziando con se stessi.

Come si negozia con se stessi?

E-mail info@osvaldoduiliorossi.it
Tel. 06 6485 0030